Notte di pioggia: allagamenti a Poveromo

15107364_10209755941048751_5135750171091498585_nGli abitanti di Poveromo si sono svegliati stamani con l’acqua alle caviglie.
Le piogge della notte hanno causato allagamenti con i conseguenti disagi per la cittadinanza che vive nelle strade vicine al fosso.
Lo stesso fosso il mese scorso era stato oggetto di interventi di pulitura degli argini, come denunciato proprio da alcuni cittadini, con trinciatura delle canne che però non era stata raccolta, ma abbandonata sugli argini.

La trinciatura delle canne, oltre a recare danni alla fauna che stanzia in zona e agli uccelli migratori, è diventata così un detrito vero e proprio che, con la pioggia, è andato a depositarsi sull’alveo del fosso, dove sono già presenti tronchi che non vengono rimossi perchè considerati rifiuti speciali.
Con gli allerta meteo di questo periodo, ormai stagionali e ripetuti, perchè l’alveo del fiume non è stato ripulito, consentendo anche lo sbocco a mare?
Nel piano comunale di protezione civile, il fosso di Poveromo è inserito nelle aree a maggiore rischio idraulico della costa, perchè scarsamente regimato e di facile esondazione.
Viene da chiedersi come sia possibile che  gli interventi su un fosso a rischio esondazione si limitino al triturare le canne sull’argine, ma non comprendano la fondamentale pulitura dell’alveo, per permettere il deflusso dell’acqua, e il mantenimento in stato di efficienza dello sbocco della foce a mare.

cittadini gridano la loro protesta  e sui social si domandano:
“Questo è il modo di fare prevenzione?
Questo è il modo di fare protezione civile?
Ma in che mani siamo?”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...