Rischio esondazione, il greto del Frigido è pieno di sassi

img_20160930_175236Il letto del Frigido è pieno di sassi e Novembre è il mese delle piogge, se dovessero verificarsi precipitazioni abbondanti, ormai frequenti da qualche anno, in poco tempo l’acqua potrebbe uscire dagli argini o erodere rapidamente i terrapieni di contenimento.

L’accumulo di ciottoli di marmo nel greto del fiume cittadino dal ponte di San Leonardo in poi verso il mare, è cosa risaputa da tempo, ma sembra che nessun provvedimento sia stato previsto ad oggi per eliminarlo o ridurlo.

Uno dei motivi che frenerebbero la rimozione sembra sia dovuto al fatto che tale zona rientri nelle aree di bonifica e tale operazione deve essere effettuata con metodi adeguati e costi conseguenti, ma ci sembra evidente che in caso di piena questa situazione aumenti il rischio in maniera considerevole e non si riesce a capire l’immobilismo delle Istituzioni.

Se il fiume dovesse esondare altro che bonifica e noi ci troveremmo nel tipico caso dove le responsabilità rimbalzano tra gli enti senza trovare chi doveva o poteva fare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...